domenica , 5 Dicembre 2021

La giovane promessa Gianandrea Pisani vince il Rally Città di Camaiore

Una gara che ha avuto un grosso successo a livello sia qualitativo che numerico l’edizione del ventennale del Rally Città di Camaiore che ha consacrato una giovane promessa del rallysmo toscano, Gianandrea Pisani, che all’età di 22 anni, record a livello nazionale, si aggiudica una gara. Infatti dopo un paio di stagioni in cui ha corso con numerose vetture, in occasione del Rally di Camaiore il salto di categoria con l’utilizzo per la prima volta di una Renault Clio R3.
pisani.manfredi.clior3
Dietro al giovane equipaggio Pisani-Manfredi ha dato filo da torcere fino alla fine l’esperto Rovatti che con Fogli aveva a disposizione una sempre efficiente Peugeot 106 Rallye e che ha accusato un distacco di appena 10”6 . Grande rimonta per Arzà-Moriconi con la Renault Clio S1600 in ritardo nella prima prova speciale per una foratura e poi a suon di ottimi tempi sale al terzo gradino del podio.

Anche Simonetti con Caturegli ha recuperato nella seconda parta dopo un inizio in cui non aveva un assetto idoneo all’impegnativo percorso ben organizzato dalla Scuderia Balestrero con l’importante apporto della locale Associazione Camaiore Motorsport. Quinta piazza per il locale Paolinelli che con Castiglioni rientrava a correre dopo un anno di assenza con la Clio S1600 che ha preceduto Gaddini-Rombi invece con la usuale Clio R3.

L’aretino Caneschi con Perna alle note si deve accontentare della settima piazza avendo avuto noie al differenziale della sua Clio R3 precedendo Bedini-Pippi che ha impiegato ottimi tempi parziali ma che ha subito un paio di testacoda di troppo oltre che dieci secondi di penalità per una partenza anticipata.

Chiudono i top ten il plurivincitore della gara Lucchesi-Ghilardi che aveva a disposizione una Clio R3 con cui ha dovuto adattarsi precedendo Pellegrini-Manfredi invece con la usuale Clio S1600. L’atteso locale Dati ha dovuto ritirarsi nelle prime battute di gara per aver rotto la culotta tra il differenziale e il semiasse della sua Mitsubishi Lancer Evo X riuscendo a concludere in ritardo solo la prima prova speciale. Alla fine sono stati 73 gli equipaggi che hanno concluso dei 108 ammessi alla partenza, grande successo quindi di pubblico e di partecipanti per la gara organizzata dalla scuderia Balestrero con la preziosa collaborazione della Camaiore Motorsport.

Prossimo appuntamento del sodalizio lucchese sarà la Ronde della Val d’Orcia in programma il 25-26 ottobre prossimi gara valevole per il Race Day Ronde Terra.

Leggi anche

Il Rally della Provincia di Frosinone in rampa di lancio, domenica il via, domani verifiche e shakedown

Inizio molto soddisfacente per il primo rally della Provincia di Frosinone, gara in configurazione rally …