giovedì , 17 Giugno 2021

Grande entusiasmo per l’atteso Rally 1000 Miglia

Non è passata neppure una settimana dall’apertura delle iscrizioni e dalla rivelazione del percorso di gara ma intorno al 38° Rally 1000 Miglia , in calendario per il 28 e 29 marzo, si è immediatamente registrato un grande fermento. Fermento perché proprio da Brescia partirà un nuovo corso rallystico di alto livello, come il Campionato Italiano WRC, ed anche perché si è avuta la conferma che la gara proporrà un percorso di alto livello, in grado di trasmettere forti sensazioni ed allo stesso tempo di proseguire nel segno di una tradizione delle corse su strada unica come quella bresciana.

1000 Miglia

Ed il fermento è anche quello decretato dalle numerose iscrizioni già arrivate all’Ufficio Sportivo dell’Automobile Club Brescia, oltre che dai numerosi contatti dall’estero ricevuti dalla segreteria organizzativa, sia da piloti che da addetti ai lavori ed appassionati. Non c’è che dire, il “1000 Miglia” riesce sempre a stupire, ad essere affascinante in ogni forma e versione che si voglia proporre.

LA CERIMONIA DI PRESENTAZIONE DEGTLI EQUIPAGGI IN PIAZZALE ARNALDO
Venerdì sera 28 Marzo alle 20 si svolgerà la Cerimonia di presentazione degli equipaggi al via della competizione. Durante questa serata-evento, il pittore Tiziano Brigoli presenterà un’opera a tema Rally 1000 Miglia che sarà donata a Telethon affinchè possa ricavarne fondi per la ricerca sulle malattie genetiche. Una litografia personalizzata, numerata e firmata in originale dall’artista, sarà consegnata anche ad ogni equipaggio in gara.

I PREMI NON DISTRIBUITI ANDRANNO IN BENEFICENZA A TELETHON
Il Comitato Organizzatore ha predisposto che il montepremi previsto per il 38° Rally 1000 Miglia, qualora non fosse distribuito, andrà devoluto in beneficenza, nello specifico a Telethon, per sostenere la ricerca scientifica sulla distrofia muscolare e sulle altre malattie genetiche. Il Comitato Organizzatore vuole dare un messaggio, cercando di diffondere in maniera quanto più capillare possibile l’informazione su un tema complesso come quello delle malattie genetiche ed il Rally 1000 Miglia è un ottimo veicolo per diffondere il messaggio.

AMMESSE AL VIA ANCHE LE VETTURE STORICHE E CLASSICHE
Il Regolamento Federale prevede che, in coda ai rally per vetture “moderne”, possano essere previste anche quelle che hanno fatto la storia della specialità, così da poter trasmettere un messaggio di vera e propria “cultura sportiva”. Il Rally 1000 Miglia non si sottrarrà a questa particolarità, visto che è parte importante della storia automobilistica mondiale ed avrà quindi il valore aggiunto di portare sulle sue strade vetture che le hanno percorse nel passato. Prenderanno prendere il via alla gara 15 vetture “storiche” (costruite fino al 1985) e 15 vetture “classiche” (1986-1991), un incentivo in più per far vivere un “amarcord” che non mancherà di regalare corsi, ricorsi e ricordi storici legati alla manifestazione della “leonessa d’Italia” e non solo.

UNA GARA, DUE GARE: IN CODA C’E’ IL “1000 MIGLIA JUNIOR”
La manifestazione quest’anno proporrà due gare in una: da una parte quella valida per il tricolore WRC, e, dall’altra, il Rally 1000 Miglia Junior, creato ad hoc per dare la possibilità ad un ampio ventaglio di equipaggi di correre il “1000” senza dover impegnare un budget importante, visto il suo chilometraggio ridotto. Con questa alternativa “light”, l’Automobile Club Brescia conferma la propria grande passione e l’attenzione alle vicende dello sport automobilistico, proponendo una innovativa formula di gara “low cost” con la tassa di iscrizione alla manifestazione che sarà ovviamente ridotta. Lo svolgimento della gara “Junior” è previsto in coda a quella maggiore nella sola giornata di sabato 29 marzo, preceduto dalle verifiche sportive e tecniche nella prima mattinata dello stesso giorno. Nel dettaglio, i partecipanti alla gara “Junior” disputeranno le Prove Speciali “Conventino” e “Tremosine” una sola volta e le restanti due (“Valvestino” e “Pertiche”) in due occasioni: a differenza della gara “maggiore”, la P.S. “Pertiche” avrà un chilometraggio ridotto a poco meno di 15 chilometri complessivi.

IL PROGRAMMA DI GARA
Il programma di gara per il tricolore WRC è assai snello: due saranno le giornate riservate alle ricognizioni, sabato 22 oppure giovedì 27 marzo, in entrambi i casi dalle 08.00 alle 19.00, sotto la stretta sorveglianza di Forze dell’Ordine e Ufficiali di Gara. Sempre giovedì 27, dalle ore 17.00 alle 20.30 vi sarà la possibilità di effettuare le pre-verifiche amministrative e l’indomani, venerdì 28, dalle 09.00 alle 13.30 si svolgeranno le verifiche amministrative e tecniche. A seguire, a Gavardo, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 13.00 alle 15.30, si svolgerà il test con le vetture da competizione, il cosiddetto “Shakedown”, con il quale i concorrenti entreranno definitivamente nel clima della gara. La partenza tecnica della gara avverrà alle ore 19.00 dal Rally 1000 Miglia Village, ubicato in adiacenza al casello autostradale di “Brescia Centro”, e sarà seguita alle 19.15 dalla Cerimonia di partenza con la presentazione degli equipaggi, che avrà luogo come lo scorso anno nel frequentato Piazzale Arnaldo prima di rientrare nel Parco Chiuso notturno.

Leggi anche

Grandi nomi per il 39° Rally 1000 Miglia, gara inaugurale del CI WRC

Spettacolo, spettacolo e … spettacolo. La 39. edizione del Rally 1000 Miglia sarà uno show …