Luca Ferri e Doriano Maini su Fiesta WRC conquistano la 10^ Ronde di Sperlonga, sul podio Gravante-Giammasi e Gianfico-Mongillo

Ha firmato il tris di allori, il vicentino (di origini pontine) Luca Ferri, alla Ronde di Sperlonga®, quest’anno giunta alla decima edizione, disputata tra il tardo pomeriggio di ieri e la giornata odierna, abbracciata dal magnifico scenario della “Riviera di Ulisse”. Già trionfatore nelle prime due edizioni della gara, Ferri, in coppia con Doriano Maini ha dunque messo la firma su un esaltante terno di successi sfruttando al meglio le potenzialità della Ford Fiesta WRC che ha avuto a disposizione (e che guidava per la seconda volta), prendendo il comando della classifica già con il primo appuntamento cronometrato di ieri, per poi allungare sensibilmente sino ad arrivare ad accarezzare la bandiera a scacchi con 11”8 di vantaggio su Giovanni Gravante e Battista Giammasi, secondi assoluti, con una Ford Fiesta R5.

La prima doccia fredda, per le posizioni di vertice della classifica, è arrivata per il frusinate Andrea Minchella, atteso ad una prova maiuscola dopo le belle performance delle precedenti edizioni: si è fermato già durante la prima prova speciale per rottura del cambio alla sua Citroen DS3 WRC.

Gravante ha disputato una gara decisa, esente da errori. Passato in seconda posizione dopo la seconda prova (la prima odierna), rilevando il napoletano Fabio Gianfico (Ford Fiesta R5), in coppia con Liberato Mongillo rallentato da problemi di convergenza, il pilota picano ha saputo poi tenere bene in mano una situazione fattasi delicata soprattutto in chiusura di gara, con l’altro che risolto il problema tecnico prima dell’ultima prova ha sempre attaccato con forza (peraltro aggiudicandosi il miglior tempo assoluto proprio sull’ultima prova), finendo poi terzo assoluto, a soli 1”2 dalla medaglia “d’argento”.

Un podio tutto marchiato Ford, dunque quello della gara sperlongana, che ha offerto spunti assai spettacolari, con quarto assoluto l’ex Campione del Mondo “produzione” Max Rendina, tornato di nuovo a far coppia con il frusinate Mario Pizzuti. Il pilota capitolino, con la Skoda Fabia R5 ha avuto ragione nel duello alla distanza ingaggiato con Gianluca D’Alto e Mirko Liburdi (Skoda Fabia R5), finiti poi in quinta posizione.

Sesta piazza, vincitori anche del Trofeo Gianluca Mitrano, per Profeta-Miuccio (Skoda Fabia R5) con soli 3”1 da D’Alto, settimi hanno finito Erbetta-Silvaggi (Skoda Fabia R5, a 52”0) e la top ten assoluta è stata poi completata da Giallatini-Renzetti, ottavi con una Fabia R5 pure loro (a 1’18”8), dai toscani di Lucca Della Maggiora-Ghilardi (noni con una Ford Fiesta WRC, a 1’49”6) e da Santoro-Grandi (Mitsubishi Lancer Evo IX Gr. R) a 1’53”9.

L’edizione “della prima stella” della gara proposta con passione e competenza da Sperlonga Racing, è stata quella del cambio di format rispetto alle nove precedenti stagioni, con la disputa al sabato di uno dei quattro passaggi sulla “piesse” della Magliana e con i restanti tre corsi oggi, con il conforto di una piacevole giornata di sole. E’ stato un successo di partecipanti, con 120 adesioni accettate tra le quali moltissime provenienti da fuori regione, con la grande emozione di avere ricevuto il saluto nientemeno che del presidente FIA (Federazione internazionale dell’Automobile) Jean Todt.

Eccolo, il saluto, che i piloti e gli appassionati di rally hanno potuto ascoltare:
“Signore e Signori, amici ed amiche di Sperlonga, chi mi conosce, sa bene come io non sia solito salutare in maniera virtuale preferendo invece, come al solito, essere sempre presente di persona. Questo soprattutto quando le automobili e lo sport automobilistico si sposano con delle passioni per me importanti come quella per il Rally. Dispiace dunque non essere con voi oggi, ma allo stesso tempo conforta il sapere come in questo momento tutti voi abbiate la possibilità di beneficiare di una cornice unica per pubblico e numero di piloti del Ronde di Sperlonga, appuntamento giunto alla sua decima edizione, talmente in buona salute da aver spinto gli organizzatori a modificarne il format per venire incontro alle tante richieste di partecipazione. I miei complimenti a Leone La Rocca e al suo team, ai tanti piloti e al centinaio di persone addette alla sicurezza lungo tutto il percorso . A tutti voi oggi, il mio più sincero “in bocca al lupo”! Che vinca il migliore, divertendosi e facendo divertire ma, sempre e soprattutto, in sicurezza. Spero di vedervi presto, Buon Natale!”.

Ufficio stampa Rally di Sperlonga

Photo credit: Leonardodangelo.com

Leggi anche

Il Rally di Sperlonga premiato come Ronde più bella d’Italia

Questa prima parte dell’anno, con la stagione sportiva che sta muovendo i primi passi, per …