domenica , 26 Settembre 2021

Rally Italia Sardegna, le dichiarazioni dopo lo Shakedown

Dopo aver svolto lo shakedown, questa mattina nella zona di Putifigari, gli equipaggi del Campionato Italiano Rally si preparano ad affrontare la super speciale di questa sera che si terrà nella zona Portuale di Cagliari. Partenza prevista per i piloti del CIR e TRT alle ore 20.00 davanti ai protagonisti del mondiale rally. Su questa nuovissima prova speciale le vetture partiranno due alla volta e per quanto riguarda gli equipaggi italiani in ordine inverso.
Andrea Nucita CIR
Le prime impressioni dei protagonisti del Tricolore rally, dal parco assistenza Lungomare Garibaldi ad Alghero. Terenzio Testoni, Product Manager Pirelli Motorsport: “Per il rally italiano, in vista della prova lunga della “Monte Lerno”, abbiamo messo a disposizione per la prima volta la XR5 un nuovo modo di interpretare la gomma racing, più stretta, riservata ai fondi con molto grip, con alto livello di usura e prove lunghe per diverse tipologie di vetture.”

Giandomenico Basso, Ford Fiesta R5 Gpl: “Al Ciocco abbiamo corso con la macchina a messa a punto all’ 80%, qui sono un pò più indietro. Ancora molto da fare sicuramente. Le strade saranno distrutte, ma da percorrere uguali per tutti. “

Paolo Andreucci, Peugeot 208 T16 R5: “La Monte Lerno sarà la prova che farà la differenza e definirà la gara. Importante su queste prove sarà principalmente la tenuta fisica.”

Anna Andreussi, navigatrice:” E’ davvero tutto molto bello qui. Già da ieri, tantissima gente ottimo lavoro da parte degli organizzatori del rally.”

Stefano Albertini, Peugeot 207 S2000: “Ho corso due anni fa qui in Sardegna, ma non si facevano queste prove. La “Monte Lerno” l’ho corsa nel 2008 con la Clio, ma è tutto nuovo. Ci siamo concentrati sulla preparazione della vettura e la stesura a delle note. Abbiamo fatto i tre giri dello Shakedwon che è servito per riprendere confidenza con la guida sulla terra.”

Umberto Scandola, Skoda Fabia S2000: “Ho fatto un solo giro sullo shakedow, giusto per mettere a punto i lavori sulla vettura già applicati nei test dei giorni scorsi. La strada è diversa rispetto a quello che ci aspetta nei prossimi giorni.”

Andrea Nucita, Peugeot 207 S2000: “Ho fatto due giri sullo shakedown questa mattina, ma non c’entra molto con le prove che dovremo affrontare domani. Un po’ di tensione per la prova lunga di sabato, sulle condizioni climatiche che ci aspettano e soprattutto sarà una prova dura a livello fisico.”

Andrea Perego, Mitsubishi Lancer Evo X: ” Partirò e guiderò in sicurezza. Abbiamo scelto un assetto molto alto della vettura per evitare di prendere colpi. Poi durante la gara faremo le giuste regolazioni. Sarà una gara dura.”

Simone Campedelli, Ford Fiesta R5: “Qualche regolazione da fare sull’impianto sterzante. Siamo abituati a queste condizioni, ma sarà comunque un rally molto duro.”

Leggi anche

Pasquale Pucella pronto per il Rally di Roma Capitale

Riparte l’appuntamento con il Campionato Italiano Rally e con esso la serie dedicata ai giovani …