domenica , 20 Giugno 2021

Rally Riviera Ligure 2015, ecco il percorso di gara

Sta crescendo l’attesa per il 14° Rally della Riviera Ligure, manifestazione in programma a Spotorno per i giorni 28 febbraio ed 1 marzo. La gara sarà affiancata, come di consueto, dal Rally Storico della Riviera Ligure, giunto alla nona edizione e diventato ormai una tappa fissa per i migliori piloti nazionali della specialità, che avranno un’occasione unica per testare le vetture prima del Rally di Sanremo, in programma ad Aprile.
FotoAlquati_RallyRivieraLigure_Chentre2014
La conformazione similare delle strade utilizzate farà del Riviera Ligure una vera e propria prova generale per la seconda tappa del Campionato Europeo che si svolgerà nell’estremo ponente ligure fra poco più di un mese. Il Rally Storico della Riviera Ligure occupa una posizione strategica anche in funzione dell’inizio del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, in programma per il weekend successivo in Toscana. Sarà molto probabile quindi la presenza di numerosi equipaggi di primissimo livello, sia italiani che stranieri. Spettacolo assicurato dunque per il pubblico, che si preannuncia numeroso e che potrà ammirare sia in gara che nella parata non competitiva All Stars le vetture che hanno scritto pagine indelebili nella storia della specialità tra il 1960 ed il 1990.

La manifestazione abbraccerà tutta la provincia di Savona e sarà patrocinata dai comuni di Savona, Vado Ligure, Spotorno e Vezzi Portio. Proprio a quest’ultimo spetterà aprire le danze, con la prova speciale “San Filippo”, che sarà affrontata due volte nella serata di sabato 28 febbraio. Torna così il fascino indiscusso del Rally in notturna, elemento fondamentale per i veri appassionati del genere. La prova prevede un primo tratto in salita, che immette poi in una zona pianeggiante, molto veloce e tecnica, per poi impennarsi nuovamente lungo una salita in cui il ritmo di guida viene spezzato da alcuni tornanti.

Dopo l’attraversamento dell’abitato di San Filippo la strada inizia a scendere, per concludersi prima del paese di San Giorgio. Un lungo riordino notturno porterà i concorrenti alle prove speciali di domenica 1 marzo, che saranno due da ripetere tre volte. Si inizierà con la classica Madonna del Monte, di 7.2 km, immancabile come il Turini per il Montecarlo. Un toboga difficile ed impegnativo, diviso in due parti quasi uguali tra salita e discesa. Start dalla località Conca Verde, con un tratto in piano medio-lento e guidato, poi gradualmente la strada sale fino all’inversione di Forte Ciuto, classico luogo di raduno per appassionati e fotografi. Dopo la spettacolare inversione inizia una discesa veloce e guidata con alcuni tornanti che spezzano il ritmo. La prova finisce ad un chilometro dalla chiesetta della Madonna del Monte, dedicata a tutti gli sportivi.

La seconda prova speciale domenicale sarà invece la “Pian dei Corsi”, lunga 13 km. Un altro classico del rallismo ligure, che esalta le doti dei migliori piloti. La strada parte subito sotto il Santuario fuori dall’abitato di Feglino, su una salita ripida con molti tornanti e tratti veloci, fino al bivio per Calice. Si prosegue poi a destra verso il colle del Melogno da dove inizia un tratto classico delle strade liguri; strade di origine militare, scavate nella roccia, che tagliano un bosco fitto con tratti veloci e guidati alternati da alcuni tratti lenti che spezzano il ritmo di guida. Appena si raggiunge il vivaio forestale la strada, asfaltata recentemente, spiana ed inizia un tratto misto-veloce che non permette distrazioni ai piloti. Il traguardo sarà posizionato poco prima del famoso quadrivio del Melogno. 75 chilometri di prove speciali che decreteranno chi avrà l’onore di vedere il proprio nome nell’albo d’oro del Rally Riviera Ligure.

Gli organizzatori della Riviera Rally 2.0 stanno dunque per terminare la lunga marcia di avvicinamento alla manifestazione, sicuri di raccogliere i frutti di un lavoro che in Italia sta divenendo sempre più complicato. “Nonostante le difficoltà – fanno notare dal quartier generale Riviera Rally 2.0 – andiamo avanti, spinti dalla grande passione e sperando di trovare nuovi partner e sostenitori per proseguire questa splendida avventura”.

Leggi anche

Classifiche finali TRN, Bergantino è il vice campione, Garzia poker di vittorie

Si è concluso con grandi numeri il TRN 2015 della 5^Zona. Grazie al boom di …