domenica , 24 Ottobre 2021

Rally1000Miglia, a metà gara comanda Pedersoli

Tanto pubblico e tanto spettacolo per la prima porzione di prove speciali di questa prima prova del tricolore WRC.Tre prove per Signor, una per “Pede” che è passato al comando con un attacco deciso sulla lunga “Pertiche”.Si annuncia un finale decisamente “caldo”. E’ partito alla grande, il 38° Rally 1000 Miglia, dopo la cerimonia di presentazione degli equipaggi di ieri sera tra il Museo Mille Miglia e Piazzale Arnaldo, stamani si é avviata la sfida con il cronometro. Una sfida che si è fatta immediatamente calda e spettacolare, con la cornice di un pubblico da stadio.
Luca Pedersoli
Le prime tre Prove Speciali sono state in mano al giovane trevigiano marco Signor e la sua Ford Focus WRC, poi sulla quarta prova, il primo giro della lunga “Pertiche” si è assistito all’attacco deciso di Luca “Pede” Pedersoli e la sua Citroen C4 WRC cosicché il pilota di Malerba del Garda è passato al comando. Sulla seconda prova, intanto il giovane varesotto Simone Miele è stato rallentato da una foratura, sulla terza è uscito di scena uno dei favoriti al successo, il comasco Paolo Porro, incappato in un’uscita di strada con la sua Citroen C4 WRC. Dopo quattro prove, dunque, la classifica è in mano a Pedersoli-Romano con 7″9 su Signor-Bernardi (attardati di 13″4 sulla PS 4 per una crisi di gomme), mentre terzo è il vicentino Manuel Sossella, con una Ford Fiesta WRC, a 25″0. Quarto posto nella provvisoria per l’eclettico Alex Caffi, alla sua prima esperienza con una Fiesta WRC, il quale ha 31″1 dal vertice. Notevoli sinora le prestazioni del giovane artigiano Alex Bosca, quinto con la Peugeot 207 S2000, bravo a tener dietro il bresciano Cristiano Manzini, al via pure lui con una Fiesta WRC. Problemi al cambio invece per l’altro vicentino Efrem Bianco (Ford Focus WRC).

Dal Riordino:

LUCA PEDERSOLI: “Ho adottato gomme dure, che per le prime prove mi hanno fatto soffrire ma mi hanno poi aiutato sulla “Pertiche”. Proprio su questa prova, alla partenza, ho perso tempo con la procedura elettronica di partenza. Tutto bene, comunque”.

MARCO SIGNOR: “Le gomme troppo morbide ci hanno creato difficoltà sulla quarta prova, comunque non è andata male”.

ALEX CAFFI: “Qualche problema con le gomme, devo capire anche la macchina, ma nel complesso tutto bene”.

MANUEL SOSSELLA: “Non conosco le prove, questo primo giro mi è servito per prendere ritmo con la strada. Da ora in poi vedo di migliorare”.

EFREM BIANCO: “Abbiamo problemi con il cambio”

FRANCO LAGANA’: “Non riesco ad entrare in sintonia con la vettura . . .”

ALESSANDRO BOSCA: “Tutto molto bene, oltre ogni più rosea previsione! La S2000 mi sta regalando sensazioni più belle che non la R3 usata sino ad ora!”

JACOPO ARALDO: “La S1600 mi trasmette più emozioni che non la R3. In questo secondo giro di prove provo ad avvicinarmi ai tempi di Albertini e Vescovi”.

STEFANO ALBERTINI: “Bellissimo! Tanto pubblico, tanto tifo per noi!”

Leggi anche

Salento dolce-amaro per la New Jolly Motors

Lo scorso weekend in occasione del 51° Rally del Salento, gli alfieri della scuderia foggiana …