venerdì , 17 Settembre 2021

8° Rally di Reggello e Valdarno Fiorentino, ecco il programma definitivo

Nel pieno del periodo delle iscrizioni, che arriverà sino a lunedì 31 agosto, l’8° RALLY DI REGGELLO E VALDARNO FIORENTINO, in programma per il 5 e 6 settembre, sta conoscendo un notevole fermento nonostante il periodo vacanziero. Vi è infatti molto interesse, per questo rally, unica manifestazione rallistica della provincia di Firenze, organizzata dall’ASD Reggello Motorsport con il forte e convinto sostegno dell’Automobile Club Firenze, il che fa pensare ad un notevole arrivo di adesioni, date anche dal fatto di avere il coefficiente 1,5 per il Trofeo Rally Nazionali di 4^ zona, del quale sarà la settima prova.
BETTINI
Oltre alle vetture moderne sono previste, in coda, anche le vetture storiche, una consuetudine, a Reggello. Il rally sarà valido pure per l’Open Rally Toscano e per il Trofeo ACI Lucca ed ha ovviamente l’importante sostegno delle Amministrazioni Comunali di Reggello, dove è nato nel 2008, Cavriglia, Firenze, Incisa/Figline, San Giovanni Valdarno (che ospiterà il riordino della domenica davanti al Palazzo Pretorio) e Rignano sull’Arno.

LE NOVITA’
La prima novità riguarda proprio lo sventolare la bandiera di partenza, che non avverrà al pomeriggio come accaduto sino allo scorso anno, ma alle 21,30 di sabato 5 settembre, questo per far abbracciare sempre più dal pubblico i partecipanti al rally. Non si faranno quindi le tre prove speciali come nel 2014, ma una sola, la “Pietrapiana” di Km. 9,600 (partenza ore 23,04), dopo la quale i concorrenti entreranno nel riordinamento notturno a Reggello a partire dalle ore 23,25.

L’indomani, domenica 6 settembre, vi sarà la restante porzione di gara, altri sei tratti cronometrati, quelli di “Reggello” (Km. 15,000), “poggio alla Croce” (Km. 8,800) e “Cavriglia” (Km. 5,600) da ripetersi due volte, con la novità che quest’ultima prova verrà corsa in senso inverso rispetto al passato, quindi con prevalenza di discesa. E’ stata depennata la Prova di Pian di Scò, la cui strada comunque non verrà lasciata, in quanto, nel tratto fiorentino della strada, verrà effettuato lo Shakedown, il test con le vetture da gara.

ECCO I TEATRI DI SFIDA
Prova Speciale 1 “PIETRAPIANA” Km 9,600
Prova Speciale di apertura ed unica da affrontare il primo giorno Sabato 5 Settembre.
Orario notturno (23,04) e . . . magia assicurata.

Sfrutta i primi 9,600 Km della ben più nota “Reggello” di 15,000 Km. da affrontarsi due volte il secondo giorno. Prende il via in località Ponte all’Olivo nei pressi della Frazione Montanino del comune di Reggello, a poca distanza dal quartier generale del rally posto in località Cascia.
Dopo la partenza si percorre la strada comunale della Castellina fino alla località Cancelli, da attraversare lungo la SP 17 fino a via Cristoforo Colombo. Percorsa la via Colombo si svolta a sinistra in via di S. Agata da percorrere fino alla omonima località. Deviazione poi a sinistra all’altezza del punto intermedio verso località “I Bonsi” per poi entrare in Via del Cellaino in direzione Donnini/Pietrapiana. Segue un’inversione destra per inserirsi sulla SP 86, quindi in direzione Pietrapiana. Si attraversa la frazione, con inversione di marcia verso sinistra alla congiunzione con la SP 85 in direzione Vallombrosa. Cento metri ed ecco il fine prova, con le vetture che, dopo il controllo stop, rientreranno verso il riordino notturno di Reggello.

Prova Speciale 2/5 “REGGELLO” Km 15,000
Prova Speciale sempre presente che caratterizza il rally di Reggello e Valdarno Fiorentino.
Due passaggi (9,15 e 14,03 nel secondo giorno di gara). Prende il via in località Ponte all’Olivo nei pressi della Frazione Montanino del Comune di Reggello, a poca distanza dal quartier generale del rally posto in località Cascia. Dopo la partenza si percorre la strada comunale della Castellina fino alla località di Cancelli, da attraversare lungo la SP 17 fino a via Cristoforo Colombo. Percorsa la via Colombo si svolta a sinistra in via di S.Agata da percorrere fino alla omonima località. Deviazione a sinistra all’altezza del punto intermedio verso località I Bonsi per poi entrare in Via del Cellaino in direzione Donnini/Pietrapiana. Inversione destra per inserirsi sulla SP 86 e poi via in direzione Pietrapiana. Si attraversa la frazione, con inversione di marcia verso sinistra alla congiunzione con la SP 85 in direzione Vallombrosa. Da qui, via per l’ ascesa finale attraverso la foresta di Vallombrosa affrontando 5 Km di salita velocissima e spettacolare fino ai quasi 1000 metri della località Saltino di Vallombrosa. Da sempre la prova speciale più veloce e selettiva per i mezzi meccanici, con medie orarie non proprio basse.

Prova Speciale 3/6 “POGGIO ALLA CROCE” Km 8,800
Altro classico del Rally di Reggello, “croce e delizia” per i piloti che si trovano ad affrontare la prova in assoluto più insidiosa del rally. Due i passaggi previsti alla domenica (ore 10,27 e 15,15).
Prende il via in località Cellai e percorre per la prima parte la strada comunale di San Michele, stretta e tortuosa, con salti spettacolari in mezzo al bosco in continui saliscendi.
Si attraversa località San Michele e si prosegue verso la strada comunale di Poggio alla Croce dove la strada presenta una secca inversione a destra all’altezza del punto intermedio. Da qui la carreggiata si allarga leggermente e diventa più veloce. Si prosegue verso Poggio alla Croce affrontando la bellissima curva a destra “della Fattoria” e subito dopo vi sono i due ripidi tornanti in salita.
Ultimo tratto di nuovo tortuoso tra boschi e campi fino al fine prova appena fuori Poggio alla Croce e controllo stop tra le case. Brutta, sporca e…cattiva! Di sicuro una prova speciale da prendere con il dovuto rispetto.

Prova Speciale 4/7 “CAVRIGLIA” Km 5,600
Già presente da due edizioni, ma nuova veste per l’edizione duemilaquindici.
Era spettacolare in salita? Molto bene… eccola in discesa!
Due passaggi alla domenica (11,23 e 16,11).
Prende il via nei pressi del Parco Naturale attrezzato di Cavriglia a circa 700 metri di altitudine, lungo la strada verso il fondovalle.
I primi quattro chilometri, dallo start fino alla località Massa dei Sabbioni, somigliano tanto ad un toboga da parco acquatico… strada larga, tra i boschi, che corre sul fianco della montagna con pendenze fino al 16% e spettacolari tornanti che si alternano a tratti veloci.
Giunti a Massa dei Sabbioni si svolta a destra in Piazza Don Morini, tra le case, per entrare in via della Selice in direzione della località Macie. In prossimità delle Macie si svolta a sinistra verso Castelnuovo dei Sabbioni, un chilometro ancora e si entra in paese, al bivio si svolta a destra in Via La Pira percorrendola per intero, con il fine prova tra le villette di Castelnuovo ed il controllo stop alla intersezione con la SP 14.
Direzione Cavriglia il primo passaggio e poi verso San Giovanni Valdarno per il riordino, direzione Santa Barbara e poi verso Figline Valdarno/Reggello per il secondo passaggio e…il giusto premio per coloro che avranno portato a termine la fatica.

IL VIA DA PIAZZALE MICHELANGELO A FIRENZE
L’evento, di portata nazionale, utile veicolo di immagine e comunicazione dei luoghi che attraversa, dopo sette edizioni con le quali si è ritagliata un posto importante nel panorama regionale di rally, è pronta a scrivere un nuovo capitolo della propria storia proponendo alcune modifiche alla logistica, pur mantenendo in ampia parte quella del recente passato. Si è cercato di dare nuovi stimoli a chi correrà questo evento, che per il quarto anno consecutivo partirà da Piazzale Michelangelo a Firenze, luogo tra i più incantevoli al mondo che farà sventolare la bandiera di partenza guardando Firenze, il Duomo ed il Ponte Vecchio in un mix di emozioni, sensazioni uniche oltre che essere un incentivo di immagine per chi corre.

Da segnalare è anche la nuova location per il riordino del secondo giorno nel meraviglioso centro storico di San Giovanni Valdarno (prima vettura ore 11,51), oltre al Parco Assistenza nella zona industriale di Figline Valdarno, circa 500 metri di strada larghissima con due parcheggi, uno dei quali di ampie dimensioni.

Leggi anche

Classifiche finali TRN, Bergantino è il vice campione, Garzia poker di vittorie

Si è concluso con grandi numeri il TRN 2015 della 5^Zona. Grazie al boom di …