giovedì , 17 Giugno 2021

Aprono le iscrizioni al 1000 Miglia con un percorso molto tecnico

Con la giornata odierna, il 38° Rally 1000 Miglia apre le iscrizioni, per chiuderle venerdì 21 marzo, e rivela anche il percorso di gara. In calendario per il 28 e 29 marzo, la gara della “Freccia Rossa” sarà la prima di un nuovo corso dei rallies italiani, inaugurando la prima edizione del Campionato Italiano WRC. La città di Brescia ed il suo territorio, che con l’automobilismo in generale e con il motorsport in particolare hanno sempre avuto parte importante sui palcoscenici più celebrati del rallysmo internazionale, sono pronti a segnare una nuova traccia di storia sportiva.

1000 MIGLIA 2012
Peraltro, la serie tricolore avrà un montepremi finale che supera i 200.000 Euro, grazie al supporto di Michelin, della Federazione, degli Organizzatori delle sei gare e di Suzuki.

SVELATO IL PERCORSO, OTTO “PIESSE” DI CARATURA INTERNAZIONALE Sino ad oggi l’attesa è stata grande anche per vedere rivelate le caratteristiche del percorso. Questo perché il Rally 1000 Miglia, sotto questo aspetto, ha sempre offerto argomenti importanti proponendo ogni anno Prove Speciali di livello elevato, tanto selettive quanto esaltanti. Saranno quattro i tratti cronometrati, da ripetere in due occasioni, tutti ricavati dalla tradizione della gara, nello specifico ricalcando la prima tappa dell’edizione 2012. Eccoli di seguito descritti dal Comitato Organizzatore:

Prova Speciale 1 / 5 – “CONVENTINO” (Km. 7.350) Proposta per l’ultima volta in occasione dell’edizione 2012 della gara, quest’anno la Prova sarà leggermente più corta. La Prova parte con una leggera salita caratterizzata da “esse” insidiose per circa un paio di chilometri; seguita da un tratto di veloce falsopiano (spesso sporco e scivoloso) per altri tre chilometri fino all’abitato di San Michele e l’ultimo tratto (ulteriori quattro chilometri) è in discesa con spettacolari tornantoni vista lago che faranno sicuramente la gioia degli amanti del “traverso”.

Prova Speciale 2 / 6- “TREMOSINE” (Km. 14.900) Un’importante ri-conferma, dopo un’assenza durata qualche anno (anche questa Prova è stata disputata per l’ultima volta nel 2012): qualcuno – a ragione – l’ha definita una Prova “da mondiale” per la completezza del tracciato, che racchiude tutte le possibili situazioni agonistiche. Lasciata la sponda del Lago di Garda, partenza assai suggestiva tra pareti di roccia: strada in salita nel bosco fino a Pieve, seguita da un veloce ed impegnativo falsopiano a salire fino all’abitato di Vesio e, ancora, con un tortuoso saliscendi fino a circa 3 km. prima dell’abitato di Prabione.

Prova Speciale 3 / 7 – “VALVESTINO” (Km. 7.500) Anche per l’edizione del 2014 non poteva mancare la strada della Valvestino, che rappresenta un “must” della gara bresciana (è l’unica ad essere stata sempre presente tra le Prove Speciali del Rally 1000 Miglia). La Prova inizia con un tratto veloce e guidatissimo in falsopiano fino a Molino di Bollone, in corrispondenza dell’imbocco della strada che porta a Capovalle: da lì in avanti, quasi 6 km. interamente in salita da percorrere senza sbavature e che metteranno in evidenza l’affiatamento dell’equipaggio, fondamentale per mantenere il ritmo fino all’arrivo. Prova breve ma molto tecnica ed impegnativa.

Prova Speciale 4 / 8 – “PERTICHE” (Km. 22.460) Anche questa Prova sarà leggermente più corta del solito, con la partenza posizionata in corrispondenza dell’ingresso all’agriturismo “Ranch Rupì”, circa tre chilometri a monte dell’abitato di Nozza di Vestone: la prima parte di Prova entra ed esce dal bosco e continua a salire fino all’abitato di Belprato e, da qui un falsopiano insidiosissimo conduce fino a Livemmo, dove una “secca” inversione a destra dirige i concorrenti verso Avenone / Forno Ono. Dopo il celebre tornantino di Passo San Rocco, inizia il primo tratto in discesa, assai veloce e guidato, che termina con una spettacolare serie di tornanti poco prima dell’abitato di Forno d’Ono, dove si deve prestare molta attenzione alla “esse” sul ponte. Da qui la strada riprende a salire, alternando tratti con allunghi e tornanti fino alla “secca” inversione a destra di Ono Degno che dà inizio all’ultimo tratto in discesa, molto insidioso ed impegnativo, con curve strette e sporche e con una serie di tornanti nel tratto finale che mettono alla frusta freni e gomme.

UNA GARA, DUE GARE: IN CODA C’E’ IL “1000 MIGLIA JUNIOR”
La manifestazione quest’anno proporrà due gare in una: da una parte quella valida per il tricolore WRC, e, dall’altra, il Rally 1000 Miglia Junior, creato ad hoc per dare la possibilità ad un ampio ventaglio di equipaggi di correre il “1000” senza dover impegnare un budget importante, visto il suo chilometraggio ridotto. Con questa alternativa “light”, l’Automobile Club Brescia conferma la propria grande passione e l’attenzione alle vicende dello sport automobilistico, proponendo una innovativa formula di gara “low cost” con la tassa di iscrizione alla manifestazione che sarà ovviamente ridotta. Lo svolgimento della gara “Junior” è previsto in coda a quella maggiore nella sola giornata di sabato 29 marzo, preceduto dalle verifiche sportive e tecniche nella prima mattinata dello stesso giorno. Nel dettaglio, i partecipanti alla gara “Junior” disputeranno le Prove Speciali “Conventino” e “Tremosine” una sola volta e le restanti due (“Valvestino” e “Pertiche”) in due occasioni: a differenza della gara “maggiore”, la P.S. “Pertiche” avrà un chilometraggio ridotto a poco meno di 15 chilometri complessivi.

IL PROGRAMMA DI GARA
Il programma di gara per il tricolore WRC è assai snello: due saranno le giornate riservate alle ricognizioni, sabato 22 oppure giovedì 27 marzo, in entrambi i casi dalle 08.00 alle 19.00, sotto la stretta sorveglianza di Forze dell’Ordine e Ufficiali di Gara. Sempre giovedì 27, dalle ore 17.00 alle 20.30 vi sarà la possibilità di effettuare le pre-verifiche amministrative e l’indomani, venerdì 28, dalle 09.00 alle 13.30 si svolgeranno le verifiche amministrative e tecniche. A seguire, a Gavardo, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 13.00 alle 15.30, si svolgerà il test con le vetture da competizione, il cosiddetto “Shakedown”, con il quale i concorrenti entreranno definitivamente nel clima della gara. La partenza tecnica della gara avverrà alle ore 19.00 dal Rally 1000 Miglia Village, ubicato in adiacenza al casello autostradale di “Brescia Centro”, e sarà seguita alle 19.15 dalla Cerimonia di partenza con la presentazione degli equipaggi, che avrà luogo come lo scorso anno nel frequentato Piazzale Arnaldo prima di rientrare nel Parco Chiuso notturno.

Sabato 29 marzo alle ore 7.30 del mattino inizierà la sfida vera e propria: fino alle ore 19.30, quando sventolerà la bandiera a scacchi sulla pedana posta in Piazzale Arnaldo, i concorrenti del Rally 1000 Miglia si sfideranno sulla distanza di 8 Prove Speciali per un totale cronometrato di 105 chilometri (a fronte di un percorso complessivo di 450 km.), seguiti dai partecipanti alla gara “Junior” che correranno invece 6 Prove Speciali per un totale cronometrato di 65 chilometri e con un percorso complessivo ridotto a 320 km..

Photo credit: Massimo Bettiol

Leggi anche

Grandi nomi per il 39° Rally 1000 Miglia, gara inaugurale del CI WRC

Spettacolo, spettacolo e … spettacolo. La 39. edizione del Rally 1000 Miglia sarà uno show …