giovedì , 23 Settembre 2021

Podio sfiorato per Franco Laganà al 47°Rally del Salento

Dopo essere uscito indenne da maltempo e noie meccaniche, Franco Laganà, affiancato dal bravo Maurizio Messina, confidava di poter completare il podio, ma una foratura proprio sull’ultima prova speciale faceva sfumare un meritato terzo posto assoluto. Partito prudente sulla prima prova “Santa Cesarea”, Laganà ha subito provato sulla successiva “Specchia” a forzare il ritmo per cercare di restare agganciato alla top five, ma la sensazione di aver bucato e un forte odore di gomma bruciata percepito in abitacolo, dovuta alla doppia foratura di Manuel Sossella partito davanti, suggeriva al duo Rally Project di badare ad arrivare a fine prova. L’ ottimo tempo fatto segnare sulla prova tre “Miggiano” ridava fiducia all’equipaggio intenzionato a far bene.
Franco Laganà e Maurizio Messina in azione durante il 47° Rally del Salento 2014 (foto Newcom)
Uscito dal secondo parco assistenza con gomme di mescola più dure, Laganà si ritrovava sulla prova 4 “Santa Cesarea 2” nel bel mezzo di un nubifragio, che inevitabilmente lo portava a far segnare un tempo molto alto, riuscendo però a mantenere la posizione in classifica assoluta. Sulla quinta prova “Specchia 2”, nonostante l’ottimo crono fatto segnare, Laganà perdeva una posizione nell’assoluta a favore di Luca Pedersoli. Sulla “Miggiano 2” ancora problemi, una sospensione capricciosa unita ad un improvviso scroscio d’acqua, non permettevano al duo portacolori Rally Project di fare altro che tentare di terminare la prova e raggiungere la successiva assistenza.

Sull’ultimo giro di prove Laganà e Messina partivano agguerriti imprimendo subito un buon ritmo, riuscendo a recuperare alla fine dell’ottava prova, la “Specchia 3”, un’ottima terza posizione assoluta. Al via dell’ultima prova, la “Miggiano 3”, forti del vantaggio di 7,5” sul quarto in classifica, Antonio Forato, i due sulla Mitsu assaporavano già un più che meritato terzo gradino del podio, che sarebbe stato il miglior risultato di sempre per Laganà e Messina al Rally del Salento. Purtroppo, verso quasi metà prova arrivava la doccia fredda, una foratura con conseguente testacoda faceva perdere a Laganà più di trenta secondi e di conseguenza il terzo posto assoluto.

All’arrivo in Piazza Aldo Moro a Maglie, Laganà e Messina mostravano tutta la loro frustrazione per la chance perduta, contenti però di aver ottenuto il massimo dei punti previsti per la Coppa di Produzione del Campionato Italiano WRC, che ha permesso loro così di mantenere la leadership e compiere un altro importante passo verso la conquista della Coppa.

Photo credit: Giuseppe Anglano – Newcom

Leggi anche

Salento dolce-amaro per la New Jolly Motors

Lo scorso weekend in occasione del 51° Rally del Salento, gli alfieri della scuderia foggiana …