domenica , 24 Ottobre 2021

Rally Franciacorta 2014, leader provvisorio Felice Re

Le prime tre prove cronometrate della kermesse hanno elevato la forza dell’equipaggio lariano, che ha terminato la giornata davanti a Beretta-Pina e Re-Turati. Sfortunato Mirko Zanardini, uscito di pista durante le prime battute della PS3 quando era secondo assoluto. Domani il gran finale con altri due impegni cronometrati.

RE-BARIANI

E’ la Citroen DS3 WRC di Felice Re e Mara Bariani, a comandare la classifica del 6. Rally Franciacorta International Circuit, che oggi ha fatto disputare la prima delle due giornate di sfide dentro l’Autodromo “Daniel Bonara” di Castrezzato (Brescia). La gara, partita ieri sera con la cerimonia di partenza a Villa Mazzotti di Chiari, oggi ha offerto la prima porzione di spettacolo ed adrenalina davanti al pubblico delle grandi occasioni, con Re e Bariani che hanno preso in mano la situazione dai primi metri di gara. All’inseguimento dei lariani si sono impegnati con forza Mirko Zanardini e Paolo Reccagni, su una più datata ma efficace Citroën Xsara WRC, vincitori del secondo tratto cronometrato, prima di uscire di scena con un incidente poco dopo il via della terza prova. Al termine della giornata Re, forzando il ritmo, ha chiuso al comando davanti a Matteo Beretta-Giovanni Pina, con una Ford Focus WRC, anche loro sempre ai vertici con una prestazione estremamente concreta.

Completa il podio il giovanissimo Alessandro Re, figlio del leader della gara, affiancato da Turati, al suo debutto con la non certo facile DS3 WRC, con la quale ha cercato soprattutto di prender le misure. Una prestazione sicuramente positiva, quella del giovane di Como, che ha tutta l’intenzione di non scendere dall’attico dell’assoluta. Cordoni-Calleri (Ford Fiesta WRC) e Uzzeni-Fappani, questi ultimi alla loro prima esperienza con un’altra Fiesta WRC, completano il plateau della top five di questa prima giornata caratterizzata da un grande agonismo, del quale sono stati protagonisti anche l’inedita accoppiata Jimmy Ghione-Ivan Maurigi, su una Skoda Fabia S2000. Il popolare inviato di “Striscia la Notizia”, al debutto alla guida della vettura boema durante il primo impegno cronometrato è stato rallentato da una “toccata” e nelle successive due, guidando Maurigi, è stato perso altro tempo per problemi simili. Ducoli-Maifredini e la loro Citroën C4 WRC hanno finito la prima giornata in settima posizione, davanti a Puricelli-Falzone (Ford Fiesta WRC), questi ultimi rallentati durante le prime battute di gara dall’eccessivo traffico in pista. Il più veloce tra le vetture a due ruote motrici per adesso è risultato l’ex Campione Italiano Piero Longhi, dopo anni tornato alla guida di una Renault Clio S1600, con la quale ha finito questa prima porzione di gara in tredicesima posizione. Uno dei valori aggiunti del 6. Rally Franciacorta International Circuit è la proposta degli “Under 18”. Ben quattro, si sono presentati al via, per adesso davanti a tutti c’è il siciliano Marco Pollara, con Princiotto alle note, su una Peugeot 207 S2000. Domani, dopo il Parco Chiuso notturno, i duelli riprenderanno domenica 16 dalle ore 08,00 con la disputa di ulteriori due Prove (la P.S. “Fix Design” di Km. 11,800 e la spettacolare P.S. “Mamè Group” di Km. 3,600) al termine delle quali avrà luogo la cerimonia di premiazione, fissata nuovamente a Villa Mazzotti nel primo pomeriggio. I chilometri di distanza competitiva saranno 71,300, sui 118,420 del percorso totale.

 

Leggi anche

Felice Re è il nuovo leader dell’ IRCup Pirelli

Rimescola le carte del campionato International Rally Cup Pirelli il terzo appuntamento, il rally Prealpi …