lunedì , 29 Novembre 2021

Rallye Sanremo, dopo 4 prove Scandola primo in Gara1, Testa leader nello Junior

Un avvio movimentato quello della prima giornata di prove speciali del Sanremo. Sul primo passaggio della “Bignone” Paolo Andreucci segna il miglior tempo davanti a Scandola e Basso che sono subito vicinissimi. Stesso tempo per il siciliano Andrea Nucita e il bergamasco Alessandro Perico su questa prova.

Umberto Scandola, Guido Damore (Skoda Fabia R5 #3, Car Racing)
Umberto Scandola, Guido Damore (Skoda Fabia R5 #3, Car Racing)

Dalla seconda, la lunga “San Romolo”, cambia musica e il pilota di Skoda Italia si impone su Andreucci e Basso, realizzando il miglior tempo sia sulla San Romolo sia nella prova successiva sui 7,04 km della “Semoigo”. Nella quarta prova, secondo passaggio di Bignone” anche se più veloce dei suoi due avversari il pilota toscano con la 208 T16 R5 prende 10″ di penalità per l’ingresso anticipato al C.O. d’entrata. L’equipaggio di Peugeot Italia ha perso del tempo per fare delle regolazioni alla loro 208 T16 R5. Sempre sulla quarta prova, una foratura ha rallentato la corsa di Ciava con la Citroen DS3 R5.

Dopo Scandola, BAsso e Andreucci la classifica assoluta vede il bergamasco Alessandro Perico, non pienamente soddisfatto della sua gara;poi Simone Campedelli con la altra 208 T16 che ha lamentato qualche problema nella scelta di gomme, troppo morbide. A seguire il siciliano Andrea Nucita con la Ford FIesta R5. Antonio Rusce, Rudy Michelini, Elwis Chentre e Borgogno chiudono la classifica dei primi dieci.

Nel CIR 2RM ottimo inizio per il toscano Luca Panzani, davanti alla Renault Clio R3C di Ivan Ferrarotti e la R3T di Fabrizio Andolfi Jr.

Mentre tra i protagonisti del tricolore Junior fuori dai giochi per oggi Giorgio Bernardi che dopo il primo passaggio sulla Bignone è dovuto rientrare per problemi fisici del suo navigatore Enrico Ghietti. Primo tra gli iscritti allo Junior è il molisano Giuseppe Testa, Team Junior di Peugeot Italia, seguito dal siciliano Pollara e Gheno, tutti su Peugeot 208 R2. Il driver ufficiale Peugeot dopo un inizio attento nella prima prova, ha poi impresso un ritmo decisamente superiore a quello degli outsider di classe.

12967261_10154791941764816_1022446205787024114_o photo credit: leonardodangelo.com

Nella garadel Campionato Italiano R1 in testa è Lucarelli primo dopo la seconda prova, seguito dal lombardo Saresera e l’esperto Vallino, tutti a bordo dell Suzuki Swift in corsa per il Suzuki Rally Trophy. Qualche problema per la Twingo R1 di Gasperetti per una scelta sbagliata di gomme. Sull’ultima prova disputata siail toscano Martinelli sia il torinese Rao sono usciti di strada, con le Swift 1 senza problemi per l’equipaggio.

La classifica assoluta di Gara 1 dopo i quattro tratti cronometrati dei sei in programma vede la seguente situazione:

1.Scandola in 28’04.4 ; 2.Basso a 5.5 3.Andreucci a 12.4 4.Perico a 17.8; 5.Campedelli a 43.4; 6.Nucita a 44.4; 7.Rusce a 1’01.2 ;8.Michelini a 1’01.3 ; 9.Chentre a 1’33.3 ; 10.Borgogno 1 ‘46.5

Tra gli sfortunati di questa prima giornata anche l’italiano svizzero Stefano Baccega, uscito di strada con la Ford Fiesta R5 sulla Bignone. L’equipaggio Baccega-Menchini ripartirà con molta probabilità domani per la seconda tappa.

Adesso il lungo riordino in PIazza D’Olmo, seguito dall’assistenza che preparerà gli equipaggi per le due “notturne” San Romolo e Bajardo.

Leggi anche

Pasquale Pucella pronto per il Rally di Roma Capitale

Riparte l’appuntamento con il Campionato Italiano Rally e con esso la serie dedicata ai giovani …